Lorenzo Cassol

BIOGRAFIA
Lorenzo CassolLorenzo Cassol (Belluno, 1998) comincia ad appassionarsi al mondo del cinema fin da bambino. Con lo scopo di realizzare filmati e documentari per promuovere il territorio bellunese, fonda, nel 2014, la Dual Frame Production, e collabora con l’Associazione Fare Cinema, di cui, dal 2015, è presidente.

Questo incarico gli permette di cimentarsi con sceneggiature, set e attori ed è così che nascono: il mediometraggio Bianco come il nero (2015), il cortometraggio Nede (2016) e il documentario Ci son le stelle (2016).

Nel 2015 gli viene chiesto di collaborare come tecnico operatore sia per un format tv ambientato fra California e Colorado sul climbing, sia per una serie di video promozionali nelle principali capitali europee per la Mondadori. Nello stesso anno è attore protagonista di Ciò che le nuvole non dicono, co-prodotto da The Old Film Farm e Ikona Film, un road movie, girato fra Las Vegas, Italia e Grecia, che affronta le tematiche adolescenziali del disagio esistenziale e della ricerca di sé.

Nel 2018 dirige il cortometraggio Soli, insieme che affronta la tematica dei ragazzi Hikikomori. Il progetto è patrocinato dall’associazione Hikikomori Italia. Nel 2019 entra al Centro Sperimentale di Cinematografia e nello stesso anno realizza il cortometraggio L’Aurora che volge alla sensibilizzazione del tema della violenza sulle donne.

Prodotto da Kublai Film e finanziato dal Ministero Delle Pari Opportunità. Nel 2020 dirige per Eni, Gas e Luce e prodotto da H2H Agency, il cortometraggio FM29.010. Nel 2021 dirige “Il tempo del kimchi” per l’Istituto Coreano e diversi spot pubblicitari.